Costumi

I Costumi – ALESSANDRO LAI

Laureato in Storia dell’Arte Contemporanea ha iniziato a lavorare come assistente costumista presso la storica sartoria Tirelli di Roma; qui ha incontrato i suoi maestri, Piero Tosi, Gabriella Pescucci e Maurizio Millenotti.
Per il cinema ha fimato i costumi per Sud Side Stori di Roberta Torre, Senso ‘45 di Tinto Brass (Nastro d’argento), Callas forever di Franco Zeffirelli. La spettatrice di Paolo Franchi, Lezioni di volo e Una questione di cuore di Francesca Archibugi. Con Ferzan Ozpetek, un vero sodalizio, ha firmato i costumi per Un giorno perfetto, Saturno contro e Mine vaganti. Per la televisione Renzo e Lucia dell’Archibugi, Virginia, la monaca di Monza e L’Ultima trincea di Alberto Sironi, Alcide De Gasperi. di Liliana Cavani.
 Per l’opera lirica Carmen, I Capuleti e i Montecchi, Il matrimonio inaspettato diretto da Riccardo Muti. Per il teatro tra gli altri La principessa d’Elide di Origo, Pallido oggetto del desiderio di Arias, Salomè di van Hoecke; per il musical Datemi tre caravelle di Gianni Quaranta.
 Ne “I Promessi Sposi – Opera Moderna” i costumi riprodurranno, rivisitati, quelli dell’epoca, con suggestioni, nel colore, ispirate alle impressioni pittoriche di Vermeer, Caravaggio e Rembrandt. La realizzazione è stata affidata alle storiche sartorie teatrali Tirelli e Il Costume.

Michele Guardi’

Riduzione teatrale – Testo e Libretto – Regia

Autore di teatro, cabaret, radio e televisione. Nato a Casteltermini, in provincia di Agrigento, da oltre 40 anni vive e lavora a Roma. Regista teatrale e televisivo, dal 1969 ha firmato molti programmi televisivi di grande successo. Fra i suoi programmi: Scommettiamo che…?, I fatti vostri, Mattino in famiglia e Pomeriggio in famiglia, Domenica in. Ha inoltre ideato e diretto sette edizioni di Telethon.
È stato per tredici anni Direttore artistico del Teatro Pirandello di Agrigento.

Ne I Promessi Sposi ha curato la riduzione teatrale e la stesura del testo sintetizzando in trentanove quadri i passaggi essenziali dell’opera manzoniana.
Il tipo di riduzione e il testo sono stati studiati per rendere l’opera adatta anche a un pubblico internazionale e permettere così una più ampia circolazione nel circuito teatrale e televisivo estero.
 I personaggi sono stati trattati con grande rigore storiografico e ne è stata esaltata loro rilevanza poetica. Sua è anche la regia teatrale e televisiva.

-

Pippo Flora

Musica Arrangiamenti – Armonizzazioni corali

Musicista agrigentino cresciuto in una famiglia di artisti intimi della famiglia Pirandello, debutta, ed è anche questa una vera curiosità, all’età di settantotto anni con un’opera di grande spessore musicale, vigore e modernità.
Oltre alla musica sono suoi gli importanti arrangiamenti de “I Promessi Sposi – Opera Moderna” creati con particolare attenzione alle sonorità strumentali. Sue anche le armonizzazioni dei cori dei quali è da sempre attento e colto studioso. Sovrintendente per dodici anni del Teatro Pirandello di Agrigento ha cresciuto intere generazioni di artisti. Da sempre appassionato di jazz, ha iniziato la carriera musicale con alcune opere Ulisse, Orfeo, un Romeo and Juliet in dialetto siciliano, la storia d’amore tra un ragazzo ebreo e una ragazza musulmana e Nela e Sahabin altra storia d’amore basata su una leggenda rappresentata all’estero in alcuni teatri lirici.
Alla musica, in una sorta di ‘sdoppiamento creativo’, ha alternato la passione per la natura che, grazie anche a una laurea in Agronomia, gli ha permesso di creare per la sua città magnifici giardini.

Il corpo di ballo

Il cast dell’Opera “I Promessi Sposi” è affiancato da un corpo di ballo di ben 20 elementi: Nino Amura, Etienne Pezzuto, Massimo Arduini, Sergio Nigro, Gioele Calorio, Giampaolo Gobbi, Fernando Loria, Federico Ruiz, Raffaele Oliva, Catia Passeri, Noemi Mele, Annalisa Pagnotta, Isabel Pelagatti, Imma de Santis, Caterina Licini, Arianna Proietti, Veronica Tundis, Odette Marucci, Roberta de Bellis.


TORNA AL CAST

Don Rodrigo

Don Rodrigo incarna l’arroganza del potere: circondato dai bravi, questo signorotto di campagna regna come un despota su una piccola comunità di contadini. Il suo desiderio per Lucia nasce dal capriccio, ma ugualmente Don Rodrigo scatena tutta la sua forza per impedire il matrimonio della giovane con Renzo.

Giò di Tonno

Giò Di Tonno è DON RODRIGO – Cantante, ha mosso i suoi primi passi nel mondo della musica studiando pianoforte. Attratto dalla figura del cantautore grazie all’ascolto di autori come De André, Guccini e Fossati, all’età di 15 anni inizia a scrivere canzoni. Per tre anni ha interpretato Quasimodo nel musical Notre Dame de Paris. Ha collaborato con la Walt Disney a diverse colonne sonore. Nel novembre 2006 ha debuttato come protagonista nella versione Italiana del musical Jekyll & Hyde prodotto dal Teatro Stabile D’Abruzzo. Ha vinto la 58ma edizione del Festival di Sanremo nel 2008 in coppia con Lola Ponce con Colpo di fulmine scritto da Gianna Nannini. Attualmente sta lavorando al nuovo album del quale è autore e compositore.

Egidio

Egidio è l’amante e il complice della Monaca di Monza. Compagno di delitti dell’Innominato, utilizza la sua influenza sulla Monaca per coinvolgerla nel rapimento di Lucia.

Enrico D’amore

Enrico D’Amore è EGIDIO –  Enrico D’Amore nasce a Brescia il 23/03/77. Si trasferisce a Roma all’età di 19 anni dove intraprende gli studi di canto con M. Grazia Fontana, Cinzia Spata, Claudia Arvati e Miguel Curti a Bologna. Recitazione con Nini Ferrara e Gianluca Ferrato. Nel 2008 diventa insegnante del metodo Vocal Power di Elizabeth Howard. Il suo debutto è in televisione nel programma Sarabanda di Enrico Papi per poi dedicarsi al teatro e occasionalmente al cinema o tv; Don Matteo 5, Capri 3, Fratelli di C. Bonivento e pubblicità con i marchi Geox, Sisal Eridania. Il teatro; Jesus Christ Superstar, Sotto il cielo di Roma, Trasteverini di Fabrizio Angelini, Pippicalzelunghe di Angelini con la supervisione di Gigi Proietti, Tosca. Amore disperato e Beggar’s opera regia di Lucio Dalla, Sweeney Todd, West Side Story, Opinioni di un Clown e attualmente nel grande cast dei “Promessi Sposi”.

-

Avvocato Azzeccagarbugli
Conte Attilio

Cugino di Don Rodrigo, il Conte Attilio è altrettanto malvagio: è proprio da una scommessa tra i due cugini che nasce l’idea del rapimento di Lucia, e sarà proprio il Conte Attilio a ostacolare Fra’ Cristoforo per evitare che interferisca con la scommessa.
L’Azzeccagarbugli è un avvocato di Lecco, ed è un esempio della giustizia disordinata del ‘600. La gente lo chiama così perché è in grado di tirare i suoi clienti fuori dai guai, in un modo o nell’altro. Apparentemente molto erudito, in realtà l’Azzeccagarbugli è disordinato e trasandato. Renzo cerca in lui un aiuto contro Don Rodrigo, ma l’avvocato – terrorizzato dal potere del signorotto – si rifiuta di aiutarlo.

Vincenzo Caldarola

Vincenzo Caldarola è L’avvocato Azzeccagarbugli e il Conte Attilio – Cantante e attore ha proseguito la tradizione di famiglia studiando sin da piccolo canto, pianoforte, batteria e percussioni. Da adolescente si è innamorato del teatro e ha militato in diverse compagnie fino ad approdare all’Accademia Nazionale d’arte drammatica Silvio d’Amico.  Ha continuato quindi la sua attività nel teatro di prosa e ha ricoperto piccoli ruoli in fiction e serie tv.  Ha collaborato con numerosi musicisti e ha fondato un trio acustico jazz. La sua grande passione per il palcoscenico gli ha dato la possibilità di partecipare a diversi musicals riservandogli l’interpretazione di un personaggio assolutamente unico come quello di Padre Pio in Actor Dei.

-

Il Griso

Il Griso è il capo dei Bravi, la “milizia” di Don Rodrigo. Furbo e violento, si è macchiato di molti crimini: è a lui che Don Rodrigo affida le missioni più pericolose. Il Griso è fedele al suo padrone, ma non esiterà ad approfittare della sua debolezza al momento giusto.

Lorenzo Pratico’

Lorenzo Praticò è il GRISO – Attore e cantante, appassionato di teatro sin dall’infanzia, si è diplomato all’Accademia d’arte drammatica della Calabria. Ha lavorato con la compagnia Doppiaeffe di Mariano Rigillo in Romolo il Grande, Tito Andronico e Don Chisciotte. Ha debuttato nell’adattamento in dialetto reggino del monologo di Bernard-Marie Koltès La Notte poco prima della foresta. È un esperto schermidore.

-

Don Abbondio

Don Abbondio – curato di paese – è un personaggio fondamentale dei Promessi Sposi: dovrebbe celebrare il matrimonio tra Renzo e Lucia, ma il suo animo pavido si piega da subito alle minacce dei Bravi di Don Rodrigo. Don Abbondio ama la vita tranquilla, le abitudini e cerca in ogni modo di evitare imprevisti e pericoli, che pure continuano a capitargli.

Salvatore Salvaggio

Salvatore Salvaggio è DON ABBONDIO – Basso, specializzato nel repertorio da basso comico, si è diplomato con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore presso l’istituto musicale “V. Bellini” di Caltanissetta seguito dal soprano Silvana Alessio Martinelli. Si è successivamente  perfezionato con il baritono Bruno De Simone. Vincitore di svariati concorsi lirici internazionali, tra i quali il XXXIII° Concorso Internazionale Per Cantanti “Toti Dal Monte” di Treviso, la XII^ edizione del Concorso Internazionale “Francesco Cilea” di Reggio Calabria ed il Premio del Pubblico alla XVI^ ed. del Concorso Lirico Internazionale “Rocca delle Macie”(Si).
Ha già nel suo attivo numerosi concerti e recital in tutta Italia. All’estero ha cantato a Genk e Liegi in Belgio, a Londra e Peterborough in Inghilterra, a Lamia in Grecia, a Montreal in Canada e a Berlino e Wolfsburg in Germania.

-

Perpetua – Madre di Cecilia

Perpetua / Madre di Cecilia
Perpetua è la donna che si prende cura di Don Abbondio, cui è molto affezionata. È al tempo stesso serva e padrona, e offre a Don Abbondio consigli che spesso restano inascoltati.

Cecilia è una bambina di circa nove anni, uccisa dalla peste. In uno dei momenti più toccanti dei Promessi Sposi, sua madre la porta sul carro dei monatti (gli uomini incaricati di prelevare i morti per peste) e con dolcezza la copre con un panno bianco.

Chiara Luppi

Chiara Luppi è PERPETUA e la MADRE di CECILIA – Cantante, voce dalle timbriche soul, ha studiato piano, teatro e approfondito diverse tecniche vocali. Voce solista e corista, ha collaborato con gruppi Gospel e Rhythm & Blues, con artisti stranieri come Larry Ray (the Temptations), Ronny Jones, James Thompson, Cheryl Porter, Wendy Lewis, Mario Biondi.  Insieme a Giò Di Tonno, nella parte di Arcigna, ha preso parte al musical Oscuro e la Strega. Ha partecipato a ‘Sanremo on line’ 2009 con il brano Per un attimo. Ha interpretato Esmeralda in Notre Dame de Paris e Maria Maddalena in Jesus Christ Superstar.  Suo il ruolo della Nutrice nell’opera popolare Giulietta e Romeo di Riccardo Cocciante e Pasquale Panella. Attualmente interpreta il ruolo di Perpetua e della Madre di Cecilia per I Promessi Sposi Opera Moderna.

-