Maestro d’armi

Renzo Musumeci Greco

Renzo Musumeci Greco è MAESTRO D’ARMI e DON FERRANTE – Docente di scherma scenica al Centro sperimentale di Cinematografia di Roma, la più antica scuola di cinema del mondo, e Direttore tecnico dell’Accademia d’Armi, Greco ha preparato alcuni tra i più grandi duelli dell’Opera: dal Teatro Real di Madrid al Regio di Parma, dal Regio di Torino al Carlo Felice di Genova. Ha lavorato con Luchino Visconti, Peter Stein, Mario Monicelli, Luc Besson, Giuseppe Patroni Griffi, Vittorio Gassman, Max von Sydow e tanti altri. Ne “I Promessi Sposi – Opera Moderna” dirige la spettacolare scena dei duelli in apertura del II Atto e all’inizio dell’opera sarà personalmente in scena nel ruolo di Maestro d’Armi.

-

Le luci

MARCO MACRINI

Inizia la sua carriera nel 1978 fondando una compagnia di teatro “L’allegra brigata”, dalla quale qualche anno dopo nasce quella che oggi si chiama “Premiata ditta”. Si avvicina al teatro lavorando per Eduardo de Filippo durante un’edizione del festival di Montalcino e successivamente con Paolo Ferrari, Valeria Valeri, Gianrico Tedeschi, Marisa Fabbri, Flavio Bucci. Lavora anche con Sandro Massimini nel campo dell’operetta, con Franca Valeri per la lirica e con Roberto Bolle per la Danza.
 Nel mondo della musica collabora con Lucio Dalla, Gianni Morandi, Renato Zero, Riccardo Cocciante, Biagio Antonacci, Franco Battiato, Lionel Hampton & Dee Dee Bridgewater, Mario Biondi ed altri.
 Dal 2008 al 2010 è il direttore luci del festival di Spoleto. Dal 2006 segue ogni anno un importante evento di teatro sperimentale con la “Fondazione Alda Fendi” con la regia di Raffaele Curi.
 Negli ultimi 10 anni si è dedicato particolarmente al teatro musicale: Notre dame de Paris, Tosca Amore disperato di Lucio Dalla, Il pianeta proibito  e Grease con Lorella Cuccarini, Un americano a Parigi con Cristian De Sica e per la regia di Franco Miseria.

-

Scenografia

LUCIANO RICCERI

Vincitore di due David di Donatello e due Nastri d’Argento fa parte ormai della storia della scenografia italiana.
 Aiuto dello scenografo Piero Gherardi ne La dolce vita e Otto e mezzo di Federico Fellini e L’armata Brancaleone di Mario Monicelli, ha firmato la sua prima scenografia per L’arcidiavolo di Ettore Scola, regista con il quale collaborerà quasi senza interruzioni in buona parte dei film successivi, fino a Concorrenza sleale e Gente di Roma. Ha lavorato anche con Dino Risi, Liliana Cavani e Giuliano Montaldo. Molto attivo anche in televisione, ricordiamo tra gli altri, Pane e libertà, Falcone, Cefalonia e le sontuose scenografie – interamente ricostruite in studio – per il Marco Polo. Per I Promessi Sposi – Opera Moderna ha ideato una macchina teatrale di grande effetto, una contaminazione tra le macchinerie proprie dell’opera lirica e quelle dei musical internazionali.
Ha collaborato alla scenografia GRAZIA POLITO.
Le scenografie sono state realizzate da Mekane di Riccardo Buzzanca.
TORNA ALLA LOCANDINA

-

Costumi

I Costumi – ALESSANDRO LAI

Laureato in Storia dell’Arte Contemporanea ha iniziato a lavorare come assistente costumista presso la storica sartoria Tirelli di Roma; qui ha incontrato i suoi maestri, Piero Tosi, Gabriella Pescucci e Maurizio Millenotti.
Per il cinema ha fimato i costumi per Sud Side Stori di Roberta Torre, Senso ‘45 di Tinto Brass (Nastro d’argento), Callas forever di Franco Zeffirelli. La spettatrice di Paolo Franchi, Lezioni di volo e Una questione di cuore di Francesca Archibugi. Con Ferzan Ozpetek, un vero sodalizio, ha firmato i costumi per Un giorno perfetto, Saturno contro e Mine vaganti. Per la televisione Renzo e Lucia dell’Archibugi, Virginia, la monaca di Monza e L’Ultima trincea di Alberto Sironi, Alcide De Gasperi. di Liliana Cavani.
 Per l’opera lirica Carmen, I Capuleti e i Montecchi, Il matrimonio inaspettato diretto da Riccardo Muti. Per il teatro tra gli altri La principessa d’Elide di Origo, Pallido oggetto del desiderio di Arias, Salomè di van Hoecke; per il musical Datemi tre caravelle di Gianni Quaranta.
 Ne “I Promessi Sposi – Opera Moderna” i costumi riprodurranno, rivisitati, quelli dell’epoca, con suggestioni, nel colore, ispirate alle impressioni pittoriche di Vermeer, Caravaggio e Rembrandt. La realizzazione è stata affidata alle storiche sartorie teatrali Tirelli e Il Costume.

I Gioielli

I Gioielli – GERARDO SACCO

I gioielli de “I Promessi Sposi – Opera Moderna” sono stati realizzati da GERARDO SACCO. Conosciuto da tutti come ‘l’orafo delle dive’, deve la sua popolarità all’incontro con importanti presentatori televisivi e famosi registi, i quali affascinati dalla bellezza delle sue opere hanno deciso di affidargli la produzione di diversi premi per la TV e la creazione di numerosi gioielli per opere teatrali e cinematografiche. Per il cinema e il teatro l’incontro che più di tutti ha contribuito alla sua affermazione è senza dubbio quello con Franco Zeffirelli, il quale, catturato dalle sue capacità artistiche gli ha commissionato i gioielli per tanti suoi film ed opere teatrali: da Otello con Katia Ricciarelli e Placido Domingo a Il Giovane Toscanini con Elizabeth Taylor, all’Amleto con Glenn Close e Mel Gibson. Suoi i gioielli di due opere, sempre per la regia di Zeffirelli: l’Aida, all’Opera di Roma, e il Don Carlos alla Scala di Milano diretto da Riccardo Muti, con Luciano Pavarotti. Per il cinema ha creato anche i gioielli di Immortal beloved di Bernard Rose con Isabella Rossellini e Gary Oldman, Anna Karenina con Sophie Marceau, e N. Io e Napoleone di Paolo Virzì con Monica Bellucci. Per le fiction: Piccolo mondo antico con Claudia Pandolfi e Virna Lisi, Orgoglio con Elena Sofia Ricci, La Freccia Nera con Martina Stella e Riccardo Scamarcio.

Michele Guardi’

Riduzione teatrale – Testo e Libretto – Regia

Autore di teatro, cabaret, radio e televisione. Nato a Casteltermini, in provincia di Agrigento, da oltre 40 anni vive e lavora a Roma. Regista teatrale e televisivo, dal 1969 ha firmato molti programmi televisivi di grande successo. Fra i suoi programmi: Scommettiamo che…?, I fatti vostri, Mattino in famiglia e Pomeriggio in famiglia, Domenica in. Ha inoltre ideato e diretto sette edizioni di Telethon.
È stato per tredici anni Direttore artistico del Teatro Pirandello di Agrigento.

Ne I Promessi Sposi ha curato la riduzione teatrale e la stesura del testo sintetizzando in trentanove quadri i passaggi essenziali dell’opera manzoniana.
Il tipo di riduzione e il testo sono stati studiati per rendere l’opera adatta anche a un pubblico internazionale e permettere così una più ampia circolazione nel circuito teatrale e televisivo estero.
 I personaggi sono stati trattati con grande rigore storiografico e ne è stata esaltata loro rilevanza poetica. Sua è anche la regia teatrale e televisiva.

-

Il corpo di ballo

Il cast dell’Opera “I Promessi Sposi” è affiancato da un corpo di ballo di ben 22 elementi: Antonio Balsamo, Damiano Bisozzi, Mirko Boemi, Mirko Battuello, Francesco Consiglio, Riccardo De Totero, Gianluca Falvo, Nicolò Marchionni, Dario Lupinacci, Emanuele Pironti, Alessio Spirito, Giulia Barbone, Camilla Clio Salomè Brezzi, Anna Franca Caruso, Alessandra Cito, Francesca Mattozzi, Sabrina Montanaro,  Loredana Persichetti, Silvia Pinna, Silvia Rizzo, Valentina Soncin e Beatrice Zancaro.


TORNA AL CAST

Don Rodrigo

Don Rodrigo incarna l’arroganza del potere: circondato dai bravi, questo signorotto di campagna regna come un despota su una piccola comunità di contadini. Il suo desiderio per Lucia nasce dal capriccio, ma ugualmente Don Rodrigo scatena tutta la sua forza per impedire il matrimonio della giovane con Renzo.

Giò di Tonno

Giò Di Tonno è DON RODRIGO – Cantante, ha mosso i suoi primi passi nel mondo della musica studiando pianoforte. Attratto dalla figura del cantautore grazie all’ascolto di autori come De André, Guccini e Fossati, all’età di 15 anni inizia a scrivere canzoni. Per tre anni ha interpretato Quasimodo nel musical Notre Dame de Paris. Ha collaborato con la Walt Disney a diverse colonne sonore. Nel novembre 2006 ha debuttato come protagonista nella versione Italiana del musical Jekyll & Hyde prodotto dal Teatro Stabile D’Abruzzo. Ha vinto la 58ma edizione del Festival di Sanremo nel 2008 in coppia con Lola Ponce con Colpo di fulmine scritto da Gianna Nannini. Attualmente sta lavorando al nuovo album del quale è autore e compositore.

Egidio

Egidio è l’amante e il complice della Monaca di Monza. Compagno di delitti dell’Innominato, utilizza la sua influenza sulla Monaca per coinvolgerla nel rapimento di Lucia.

Enrico D’amore

Enrico D’Amore è EGIDIO –  Enrico D’Amore nasce a Brescia il 23/03/77. Si trasferisce a Roma all’età di 19 anni dove intraprende gli studi di canto con M. Grazia Fontana, Cinzia Spata, Claudia Arvati e Miguel Curti a Bologna. Recitazione con Nini Ferrara e Gianluca Ferrato. Nel 2008 diventa insegnante del metodo Vocal Power di Elizabeth Howard. Il suo debutto è in televisione nel programma Sarabanda di Enrico Papi per poi dedicarsi al teatro e occasionalmente al cinema o tv; Don Matteo 5, Capri 3, Fratelli di C. Bonivento e pubblicità con i marchi Geox, Sisal Eridania. Il teatro; Jesus Christ Superstar, Sotto il cielo di Roma, Trasteverini di Fabrizio Angelini, Pippicalzelunghe di Angelini con la supervisione di Gigi Proietti, Tosca. Amore disperato e Beggar’s opera regia di Lucio Dalla, Sweeney Todd, West Side Story, Opinioni di un Clown e attualmente nel grande cast dei “Promessi Sposi”.

-

Avvocato Azzeccagarbugli
Conte Attilio

Cugino di Don Rodrigo, il Conte Attilio è altrettanto malvagio: è proprio da una scommessa tra i due cugini che nasce l’idea del rapimento di Lucia, e sarà proprio il Conte Attilio a ostacolare Fra’ Cristoforo per evitare che interferisca con la scommessa.
L’Azzeccagarbugli è un avvocato di Lecco, ed è un esempio della giustizia disordinata del ‘600. La gente lo chiama così perché è in grado di tirare i suoi clienti fuori dai guai, in un modo o nell’altro. Apparentemente molto erudito, in realtà l’Azzeccagarbugli è disordinato e trasandato. Renzo cerca in lui un aiuto contro Don Rodrigo, ma l’avvocato – terrorizzato dal potere del signorotto – si rifiuta di aiutarlo.

Vincenzo Caldarola

Vincenzo Caldarola è L’avvocato Azzeccagarbugli e il Conte Attilio – Cantante e attore ha proseguito la tradizione di famiglia studiando sin da piccolo canto, pianoforte, batteria e percussioni. Da adolescente si è innamorato del teatro e ha militato in diverse compagnie fino ad approdare all’Accademia Nazionale d’arte drammatica Silvio d’Amico.  Ha continuato quindi la sua attività nel teatro di prosa e ha ricoperto piccoli ruoli in fiction e serie tv.  Ha collaborato con numerosi musicisti e ha fondato un trio acustico jazz. La sua grande passione per il palcoscenico gli ha dato la possibilità di partecipare a diversi musicals riservandogli l’interpretazione di un personaggio assolutamente unico come quello di Padre Pio in Actor Dei.

-