Giovanna Flora

Cresciuta in una famiglia di artisti che le ha fatto conoscere e amare l’ambiente dello spettacolo e dell’intrattenimento, Giovanna fa il suo ingresso in Rai grazie all’incontro con MICHELE GUARDI’, con il quale collabora alla sua prima trasmissione dal titolo “Buona Fortuna”. Tra il 1989 ed il 1990 è autore di varie ed importanti trasmissione tra cui: la radiofonica “Domenica Mondiale”, i “Gran Galá Prix Italia” e il fortunatissimo format “Europa Europa”. La sua carriera è ormai nel pieno del successo tanto che, nel 1990 é alla guida del gruppo di autori de “I fatti vostri”, trasmissione condotta, nella sua storia decennale, da Fabrizio Frizzi, Giancarlo Magalli, Massimo Giletti e Alberto Castagna. Nel 1998 Giovanna passa dietro la macchina da presa, curando testi e regia di due stagioni de “Il lotto alle otto” e di “Nientepopodimenoché”.
Lavora a ben sette edizioni della maratona televisiva di beneficenza Telethon che sotto la sua guida diventa una trasmissione unica, coordinata e condotta da uno studio centrale, trasmessa in diretta per ben 36 ore. Nel 2003 parte con la nuova avventura di “Piazza Grande”, erede de I fatti vostri, di cui è tuttora l’autore di punta. Dal 2008 è autore, insieme a Guardì, Zamponi e Infante, della trasmissione di Rai Due “Insieme sul due“, condotta da Milo Infante.
Per I Promessi Sposi – Opera Moderna, oltre ad aver assistito alla nascita dell’opera scritta da Michele Guardì e Pippo Flora, ha partecipato alla sua realizzazione dal punto di vista artistico.
-

Michele Guardi’

Riduzione teatrale – Testo e Libretto – Regia

Autore di teatro, cabaret, radio e televisione. Nato a Casteltermini, in provincia di Agrigento, da oltre 40 anni vive e lavora a Roma. Regista teatrale e televisivo, dal 1969 ha firmato molti programmi televisivi di grande successo. Fra i suoi programmi: Scommettiamo che…?, I fatti vostri, Mattino in famiglia e Pomeriggio in famiglia, Domenica in. Ha inoltre ideato e diretto sette edizioni di Telethon.
È stato per tredici anni Direttore artistico del Teatro Pirandello di Agrigento.

Ne I Promessi Sposi ha curato la riduzione teatrale e la stesura del testo sintetizzando in trentanove quadri i passaggi essenziali dell’opera manzoniana.
Il tipo di riduzione e il testo sono stati studiati per rendere l’opera adatta anche a un pubblico internazionale e permettere così una più ampia circolazione nel circuito teatrale e televisivo estero.
 I personaggi sono stati trattati con grande rigore storiografico e ne è stata esaltata loro rilevanza poetica. Sua è anche la regia teatrale e televisiva.

-

Pippo Flora

Musica Arrangiamenti – Armonizzazioni corali

Musicista agrigentino cresciuto in una famiglia di artisti intimi della famiglia Pirandello, debutta, ed è anche questa una vera curiosità, all’età di settantotto anni con un’opera di grande spessore musicale, vigore e modernità.
Oltre alla musica sono suoi gli importanti arrangiamenti de “I Promessi Sposi – Opera Moderna” creati con particolare attenzione alle sonorità strumentali. Sue anche le armonizzazioni dei cori dei quali è da sempre attento e colto studioso. Sovrintendente per dodici anni del Teatro Pirandello di Agrigento ha cresciuto intere generazioni di artisti. Da sempre appassionato di jazz, ha iniziato la carriera musicale con alcune opere Ulisse, Orfeo, un Romeo and Juliet in dialetto siciliano, la storia d’amore tra un ragazzo ebreo e una ragazza musulmana e Nela e Sahabin altra storia d’amore basata su una leggenda rappresentata all’estero in alcuni teatri lirici.
Alla musica, in una sorta di ‘sdoppiamento creativo’, ha alternato la passione per la natura che, grazie anche a una laurea in Agronomia, gli ha permesso di creare per la sua città magnifici giardini.

Alessandro Salas

Coordinamento artistico

ALESSANDRO SALAS nasce in Sicilia circa trent’anni fa. Laureato in psicologia, attualmente vive e lavora a Roma.
Il debutto come scrittore arriva nel 2005, quando pubblica “Nella Terra di nessuno c’erano tutti”.
Nel 2006 il secondo successo arriva con una raccolta di racconti dal titolo  “Schizoamore, palpiti, ossessioni e travasi di cuore”.
Per I Promessi Sposi – Opera Moderna ha collaborato all’editing del testo.

-
-

PAOLO DIAZ DE SANTILLANA

Paolo Diaz De Santillana nasce a Milano, ha frequentato il conservatorio di Venezia, è laureato alla Bocconi ed ha un master alla Luiss in Management dello spettacolo.
Si occupa di organizzazione di spettacoli dal vivo da molti anni. Recentemente ha lavorato con Beppe Grillo, David Zard e dall’inizio del 2011 si occupa della produzione esecutiva dello spettacolo “I Promessi Sposi – Opera Moderna”.
-

Coreografie – Martino Muller

Martino Muller nasce in Svizzera nel 1963, studia danza sin da adolescente presso il Teatheranzschule di Saint Gallen e nel 1982 si aggiudica il premio del Concorso Internazionale di Losanna.
Il suo debutto come ballerino è presso lo Stuttgart Ballet dove lavora per due anni.
In seguito si trasferisce per nove anni al Nederlands Dans Theater diretto da Jiri Kylian. In questa compagnia, nel 1992, nasce la sua prima coreografia “Who’s Watching Who” che gli vale il Prix de la Fondation pour les Art di Amsterdam.
Nel 1994 lavora per lo spettacolo Heidi e nel 1995 riceve il premio Jacob Burkhardt della Goethe-Stiftung a Basilea.
Müller termina la sua carriera di ballerino nel 1995 per dedicarsi completamente alla coreografia. Da allora collabora con numerosi teatri tra i quali: il Danau Ballet di Zagabria, il Ballet de l’Opéra di Lione, il Ballet di Berna, il Ballet di Stoccarda e l’Opera di Berlino.  Nel 2001 firma le coreografie di Romeo and Julia per il Ballet di Goteborg in Svezia.
Dopo Notre Dame de Paris, è il momento di Cindy 2002, di Luc Plamondon e Romano Musumarra. Tra il 2004 ed il 2005 lavora ad una serie di 4 balletti dal tema “La bellezza (Beauty)”, mentre nel 2006 crea un balletto per la Tel Aviv Israeli Opera dal titolo Real. Collabora nuovamente con Gilles Maheu per lo spettacolo del Cirque de Soleil, Zaia che ha debuttato nel 2008 a Macao.
-

Sergio Cammariere

Pianoforte – Consulenza editing musicale

Pianista di riconosciuto talento, cantautore e compositore di colonne sonore per il cinema, il teatro e la televisione. La sua produzione musicale gli è valsa 3 dischi di platino e 3 dischi d’oro. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti: il Premio l’Isola Che Non C’era, il Premio Carosone, il Premio De André, la Targa Tenco. Ha partecipato a Sanremo nel 2003 con Tutto quello che un uomo, vincendo sia il Premio della Critica che quello per la migliore composizione musicale, e poi di nuovo nel 2008 con L’amore non si spiega. Nel 2007 ha vinto il Premio per la Migliore Musica nel Festival del Cinema Mediterraneo di Montpellier.

-
-

Gianluca Cucchiara

Collaborazione musicale – Collaborazione agli arrangiamenti

Ha partecipato alla composizione delle musiche di numerosi spettacoli: il Don Chisciotto di Girgenti per la regia di Armando Pugliese, il musical Mac Gregor (rappresentato nel 1995 a New York) per la regia associata di Saverio Marconi e Baayork Lee, L’altra Cenerentola di e per la regia di Tony Cucchiara, Le Notti di Cabiria e Dance (Compagnia della Rancia) per la regia di Saverio Marconi, Tribù di Duccio CameriniDanceMondo Secondo di D. Camerini e C. Noschese, la trilogia di Duccio Camerini Orienti, Il Conte di Montecristo, produzione Teatro Stabile di Catania.
Nel 2008 cura la direzione musicale di Pipino il Breve di Tony Cucchiara per lo Stabile di Catania. Nel 2009 scrive le musiche del musical Troglostory e dà vita al progetto Sunday Recovery Session.

-

Maria Grazia Fontana

Coro Polifonico

Si diploma in pianoforte nel 1983 presso il Conservatorio di Musica S. Cecilia in Roma.
Dal 1978 svolge l’attività professionale di pianista, tastierista e vocalist, avviando un processo di approfondimento e di ricerca sulla vocalità tuttora ininterrotto, in continua evoluzione e aperto alla contaminazione tra i generi.
Esordisce all’età di 13 anni con Giorgio Gaslini: presta la sua voce per il tema del film Profondo Rosso di Dario Argento. Inizia, successivamente, una collaborazione con Nora Orlandi a varie produzioni radiofoniche e televisive.
Le sue esperienze spaziano dalla televisione (Domenica In, Taormina Cinema, Fantastico, Festival, Serata d’onoreUno su Cento, Fantastico, Varietà, Numero I, Sanremo, Operazione Trionfo, Super Star, Miss Italia, I Raccomandati, Serata D’Onore), all’attività concertistica con progetti personali (Io Vorrei la Pelle Nera, SAT&B) e con altri artisti (Anna Oxa, Lucio Dalla), alle produzioni discografiche (con Alex Baroni, Luciano Tracciamista, Gabin, Renato Zero, Eduardo De Crescenzo, Gegè Telesforo, Neri per Caso, Umberto Tozzi, Tom Jones, Teresa De Sio, Luca Barbarossa, Giorgia, Zenima, Petra Magoni, Mike Francis, I Ragazzi Italiani), al teatro (Alleluia brava gente, Un paio d’ali, Che fine ha fatto Cenerentola). Come autrice ha firmato il musical Actor Dei e l’opera ’68 Italian Rock Musical. Da citare anche le lunghe e proficue collaborazioni artistiche con Renato Serio, Beppe Vessicchio e Claudio Mattone in produzioni televisive e discografiche.

-

Renato Serio

Orchestrazioni Direzione d’orchestra

Direttore d’orchestra e autore di fama internazionale si è affermato anche come arrangiatore di musica leggera, passando dalle produzioni discografiche a quelle teatrali e cinematografiche.
Stabilitosi a Roma, si è dedicato alla composizione e all’arrangiamento di colonne sonore per il cinema, ha collaborato con Armando Trovajoli e Riz Ortolani realizzando musiche per Una giornata particolare di Scola e Profumo di donna di Risi.
Approdato alla Rai ha arrangiato le musiche per diverse trasmissioni: Piccolo Slam, la prima edizione di Serata d’Onore e 4 edizioni di Fantastico, varietà di punta di Rai Uno negli anni ottanta.
Nella sua lunga collaborazione con Renato Zero ha scritto e arrangiato molti suoi brani di successo. Si è occupato anche delle orchestrazioni per Gianni MorandiMia MartiniAmii StewartAnna Oxa e Amedeo Minghi.
In campo teatrale, ha scritto gli arrangiamenti musicali per le commedie di maggior successo prodotte dal Teatro SistinaAggiungi un posto a tavolaMa per fortuna c’è la musicaAccendiamo la lampadaBeati voi, tutte con la regia di Pietro Garinei. Da molti anni è l’anima del Concerto di Natale che si tiene nell’Auditorium del Vaticano.

-