Costumi

I Costumi – ALESSANDRO LAI

Laureato in Storia dell’Arte Contemporanea ha iniziato a lavorare come assistente costumista presso la storica sartoria Tirelli di Roma; qui ha incontrato i suoi maestri, Piero Tosi, Gabriella Pescucci e Maurizio Millenotti.
Per il cinema ha fimato i costumi per Sud Side Stori di Roberta Torre, Senso ‘45 di Tinto Brass (Nastro d’argento), Callas forever di Franco Zeffirelli. La spettatrice di Paolo Franchi, Lezioni di volo e Una questione di cuore di Francesca Archibugi. Con Ferzan Ozpetek, un vero sodalizio, ha firmato i costumi per Un giorno perfetto, Saturno contro e Mine vaganti. Per la televisione Renzo e Lucia dell’Archibugi, Virginia, la monaca di Monza e L’Ultima trincea di Alberto Sironi, Alcide De Gasperi. di Liliana Cavani.
 Per l’opera lirica Carmen, I Capuleti e i Montecchi, Il matrimonio inaspettato diretto da Riccardo Muti. Per il teatro tra gli altri La principessa d’Elide di Origo, Pallido oggetto del desiderio di Arias, Salomè di van Hoecke; per il musical Datemi tre caravelle di Gianni Quaranta.
 Ne “I Promessi Sposi – Opera Moderna” i costumi riprodurranno, rivisitati, quelli dell’epoca, con suggestioni, nel colore, ispirate alle impressioni pittoriche di Vermeer, Caravaggio e Rembrandt. La realizzazione è stata affidata alle storiche sartorie teatrali Tirelli e Il Costume.

Michele Guardi’

Riduzione teatrale – Testo e Libretto – Regia

Autore di teatro, cabaret, radio e televisione. Nato a Casteltermini, in provincia di Agrigento, da oltre 40 anni vive e lavora a Roma. Regista teatrale e televisivo, dal 1969 ha firmato molti programmi televisivi di grande successo. Fra i suoi programmi: Scommettiamo che…?, I fatti vostri, Mattino in famiglia e Pomeriggio in famiglia, Domenica in. Ha inoltre ideato e diretto sette edizioni di Telethon.
È stato per tredici anni Direttore artistico del Teatro Pirandello di Agrigento.

Ne I Promessi Sposi ha curato la riduzione teatrale e la stesura del testo sintetizzando in trentanove quadri i passaggi essenziali dell’opera manzoniana.
Il tipo di riduzione e il testo sono stati studiati per rendere l’opera adatta anche a un pubblico internazionale e permettere così una più ampia circolazione nel circuito teatrale e televisivo estero.
 I personaggi sono stati trattati con grande rigore storiografico e ne è stata esaltata loro rilevanza poetica. Sua è anche la regia teatrale e televisiva.

-

Pippo Flora

Musica Arrangiamenti – Armonizzazioni corali

Musicista agrigentino cresciuto in una famiglia di artisti intimi della famiglia Pirandello, debutta, ed è anche questa una vera curiosità, all’età di settantotto anni con un’opera di grande spessore musicale, vigore e modernità.
Oltre alla musica sono suoi gli importanti arrangiamenti de “I Promessi Sposi – Opera Moderna” creati con particolare attenzione alle sonorità strumentali. Sue anche le armonizzazioni dei cori dei quali è da sempre attento e colto studioso. Sovrintendente per dodici anni del Teatro Pirandello di Agrigento ha cresciuto intere generazioni di artisti. Da sempre appassionato di jazz, ha iniziato la carriera musicale con alcune opere Ulisse, Orfeo, un Romeo and Juliet in dialetto siciliano, la storia d’amore tra un ragazzo ebreo e una ragazza musulmana e Nela e Sahabin altra storia d’amore basata su una leggenda rappresentata all’estero in alcuni teatri lirici.
Alla musica, in una sorta di ‘sdoppiamento creativo’, ha alternato la passione per la natura che, grazie anche a una laurea in Agronomia, gli ha permesso di creare per la sua città magnifici giardini.